A 77 anni è morto il patriarca del programma americano “Affari di famiglia”, Richard Harrison.

Richard Benjamin Harrison Jr. conosciuto anche con il soprannome di “old man” (vecchio), è stato un’icona della televisione americana e meglio noto per essere il co-fondatore, insieme al figlio (la Volpe), del programma televisivo Pawn Stars” (Affari di famiglia).

La televisione americana è in lutto

Affari di famiglia, trasmesso originariamente sul canale History dal 2009, ambientato  in un vecchio negozio dei pegni di Las Vegas, il Gold & Silver Pawn Shop. Qui, la comitiva di Richard Harrison “il Vecchio” valuterà in ogni puntata gli oggetti proposti, così da ristrutturarli ed eventualmente ricavarci qualcosa. Durante le puntate è capitato che l’acquisto non vada a termine, il più delle volte per l’impossibilità di guadagno sull’oggetto.

Il negozio, composto da circa 30 dipendenti, opera 24 ore su 24 e trattando una varietà illimitata di oggetti, il Gold & Silver Pawn Shop molto spesso si rivolge a esperti del settore come Dana Linett, esperto di manufatti storici Americani, Tony Dee, esperto di armi da fuoco, Jesse Armoroso, esperto di strumenti musicali e diversi calligrafi tra cui Brenda Anderson.

Nei titoli di testa la frase di rito: “Sono Rick Harrison e questo è il mio negozio. Ci lavoro con il mio vecchio e mio figlio, “lo Smilzo”. Ogni articolo qui ha una storia, e un prezzo. Se c’è una cosa che ho imparato in ventun’anni, è che non sai mai cosa entrerà da quella porta”.

Nel suo programma sono apparsi personaggi famosi quali: Bob Dylan, Jeremy McKinnon, Meredith Vieira, gli Oak Ridge Boys, George Stephanopoulos, Matt Kenseth, Steve Carell, e Roger Daltrey.

La lunga lotta con il Parkinson

Il figlio lo annuncia su Twitter pubblicando una foto di suo padre da giovane: “Ho perso un amico, un padre, un maestro e molto di più. The Old Man ha perso la sua lunga battaglia con il Parkinson questa mattina”.

Insomma, un’altra stella dell’intrattenimento ci abbandona e non ci resta altro che ricordarlo nel migliore dei modi.

Lascia un commento